La pandemia e i conseguenti lockdown hanno portato maggior consapevolezza della fragilità degli Stati, troppo dipendenti dall’import di materie prime. La coltivazione locale di beni alimentari è diventata una priorità su cui tanti Paesi stanno orientando le loro decisioni politiche ed economiche, in particolar modo quelli africani, ricchi di risorse ma mancanti delle tecnologie e competenze necessarie.

Three for Africa è la risposta che unisce agricoltura sostenibile, formazione professionale e accessibilità a un’alimentazione sana per le comunità locali. Il “Modello Zenzero” esprime la sua energia in un progetto di impresa etica e sociale con un approccio green nei processi di coltivazione e rispettoso nei confronti dei lavoratori.

Three for Africa mette il primo seme in Senegal, nella città di Thiès, coltivando 9 ettari di ortofrutta da destinare al mercato interno e con le donne al centro del progetto, così da essere integrati con il sistema sociale ed economico del territorio.

Perché partiamo dal Senegal?

  • Popolazione: 12.800.000   

  • 1,5 milioni di persone malnutrite, pari al 9.4% dell'intera popolazione

  • 19.3% della popolazione non ha accesso all'acqua

  • 48.5% della popolazione non ha accesso ai servizi igienici di base

  • 18.8% dei bambini sotto i 5 anni gravemente malnutriti

  • 48% valore delle importazioni alimentari per soddisfare il fabbisogno del Paese

  • 40.4% disoccupazione femminile rispetto al 18% di quella maschile