INFOGRAFICA GENERALE ASSOCIAZIONE ZENZERO-03.png

Creiamo centri di raccolta e di riciclo della plastica in Africa, un continente diventato la discarica dei Paesi occidentali e dove lo smaltimento è praticamente inesistente. Il 90% della spazzatura è lasciata per strada e bruciata, una pratica che genera agenti velenosi per le persone e per l’ambiente. Nei nostri centri diamo priorità all’occupazione femminile, avendo la donna un ruolo centrale nella comunità e nel suo benessere. Inoltre, sviluppiamo pratiche di educazione ambientale per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla difesa e rispetto del territorio.

Scopri i nostri numeri d'impatto
>>

Etiopia

I centri in Etiopia producono ecoballe di PET, costituite per la maggior parte da bottiglie raccolte dalle comunità informali e successivamente lavate e suddivise per colore, così da essere pronte per la seconda fase della filiera del riciclo. Attualmente, le ecoballe sono vendute internamente al Paese.

INFOGRAFICA GENERALE ASSOCIAZIONE ZENZERO-02.png

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
Uganda

Il centro di Kampala è stato inaugurato nell’autunno 2019 e produce ecoballe di PET destinate al mercato locale. Presso il centro sono state avviate anche attività di formazione professionale per la creazione di laboratori artigianali, tramite programmi di microcredito al femminile.
Con 15.000 euro potremo attivare nuovi corsi professionali richiesti dalle comunità e ampliare il coinvolgimento delle donne: dona ora o, se vuoi fare un grande impatto sul progetto, scrivi a fundraising@associazionezenzero.com

INFOGRAFICA GENERALE ASSOCIAZIONE ZENZERO-02.png

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
Ghana

Ad Accra opera il primo centro di Associazione Zenzero con una grande innovazione: il trituratore di plastica. Questo macchinario permette la produzione di scaglie di PET con un maggiore valore sul mercato e con una produttività più elevata. La scelta di dotare il centro con un trituratore è motivata dalla richiesta delle aziende del Paese e dalla volontà di sviluppare il “Modello Zenzero” verso un sistema sempre più performante di economia circolare.
Per garantire la continuità elettrica al centro e alla comunità è necessario acquistare un generatore, servono 12.000 euro.
Inoltre, l’elevata richiesta del nostro impegno ci sta portando ad aprire un secondo centro di riciclo: con 77.000 euro potrà diventare realtà.

 

INFOGRAFICA GENERALE ASSOCIAZIONE ZENZERO-02.png

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
Kenya

Dalla plastica alle case sostenibili: il passo è compiuto. Dopo due anni di Ricerca & Sviluppo nelle soluzioni di riciclo delle materie plastiche, siamo giunti alla brevettazione del primo mattone in PET riciclato che permetterà la costruzione di abitazioni a impatto zero. Una grande innovazione che avrà significative ricadute sociali, ambientali ed economiche.
Il mattone in PET riciclato è facilmente utilizzabile e addirittura semplifica la pratica costruttiva, velocizzandola e rendendola modulabile: muri esterni e interni, ma anche elementi come superfici dei tavoli, sedie, letti, scaffali, ecc. Il Kenya sarà il primo Paese che vedrà lo sviluppo di questa rivoluzione verde abitativa a beneficio di coloro che ora vivono in condizioni di disagio o non hanno una casa.

 

recycled-building-materials-struggle-for-development.jpeg